Kanelbulle: vi porto in Svezia in un morso

 

Della Svezia ricordo con nostalgia le colazioni e le merende…sì, tornerei a Stoccolma solo per passare un pomeriggio in un caffè con un black coffe fumante e un Kanelbulle!
Queste deliziose girelle mi hanno stregata al primo morso con il loro fragrante impasto al cardamomo e la farcitura con cannella e zucchero.

Le si trova nei caffè, nelle panetterie e anche nei 7eleven, e sono sempre buonissime, in tutte le versioni, anche se le mie preferite erano e sono tuttora le classiche: cardamomo e cannella con gli zuccherini sopra.

Ricordo di aver passato un intero pomeriggio in giro nelle librerie del centro di Stoccolma a caccia di un ricettario dei dolci svedesi, non volevo tornare a casa senza la ricetta dei miei nuovi dolcetti preferiti da poter replicare.

Ebbene, non l’ho trovata, ma appena tornata con il gusto ancora fresco in mente, mi sono messa alla ricerca della ricetta perfetta che mi catapultasse a Stoccolma, a passeggio nello Skansen, tra i caffè di Sodermalm, in piazza Stortorget, nel quartiere Gamla Stan.

Tra tutte le ricette provate, quella il cui risultato mi ha soddisfatta di più è quella del blog ‘Il mondo di Adry’.

I miei Kanelbulle; un’esplosione di sapore. Mancano però gli zuccherini, se volete provare a farli non dimenticate di comprarli 😉

Non sono difficili da preparare, ci vuole circa mezz’ora per la preparazione, 10 minuti per la cottura più il tempo per la lievitazione ( altre 2 ore complessive).

Se come me non amate mettere le mani in pasta, una planetaria sarà la vostra salvezza.

Veniamo alla ricetta:

INGREDIENTI

PER L’IMPASTO

  • Lievito di birra fresco 12 g
  • Burro 75 g
  • Latte 250 ml
  • Zucchero 65 g
  • Sale mezzo cucchiaino
  • Cardamomo (in polvere) mezzo cucchiaino
  • Farina 400 g

PER LA FARCITURA

  • Burro (morbido) 40 g
  • Cannella in polvere 1-2 cucchiaio
  • Zucchero 40 g

PROCEDIMENTO

Sbriciolate il lievito di birra  in una ciotola.
Fate sciogliere il burro e poi aggiungere il latte tiepido.
Versate sopra il lievito, mescolate fino a che si scioglie.
Aggiungete sale, zucchero e cardamomo.

Aggiungete la farina.
Impastate energicamente finché l’impasto non risulta “lucido” e facile da maneggiare.

Lasciate lievitare in forno con la luce accesa fino al raddoppio. Dovrebbe volerci 1h – 1 h e 1/2.
Lavorate l’impasto brevemente su un piano prima di stenderlo col mattarello.
Formate un rettangolo spesso circa 1 cm.
Ora spalmate la farcitura di burro, zucchero e cannella su tutta la superficie.
Arrotolate sul lato più lungo.
Tagliate le girelle spesse circa 3-4 cm. 

Per aiutarvi nel taglio, senza schiacciarle, potete usare un filo di nylon; va bene sia il classico filo da pesca che il filo sintetico.

Mettete le girelle sulla carta da forno. Coprite con un panno e lasciate lievitare per 30 minuti.
Spennellate con l’uovo sbattuto, e cospargete con zucchero in granella.
Infornate a 230 gradi 10-12 minuti in forno statico ( altezza media).
Lasciate raffreddare su una grata sotto un panno.

…….e god aptit !!!!!!!

 

Con queste dosi dovreste ricavare circa 12 Kanelbulle.

Se sono troppe o se volete crearvene una scorta per le ‘emergenze’, magari raddoppiando le dosi, vi basterà congelarle appena tagliate, separate da carta forno.

All’occorrenza vi basterà sistemarle su una teglia alla sera e il mattino seguente saranno pronte per la cottura.


Sono buone a tutte le ore del giorno e tutto l’anno, ma questo è il periodo in cui le preparo più volentieri.

In queste fredde giornate di novembre il loro profumo di cannella e cardamomo mi riporta subito alle atmosfere natalizie. L’ideale è accompagnarle con  un profumato infuso speziato.

Mangiatene con cautela, creano dipendenza!!

Follow my blog with Bloglovin

 

2 thoughts on “Kanelbulle: vi porto in Svezia in un morso

  • Reply elena - viaggiodolceviaggio 24 Gennaio 2019 at 10:56

    Che delizia! Dalla foto, sembrano proprio le mie! Io ho un po’ una fissa con la Svezia, quindi le ho preparate varie volte e ho anche io inserito la ricetta sul mio blog, prima di Natale, nel mio calendario dell’avvento viaggiatore! L’ultima volta, le ho preparate in quantità e surgelate, così adesso abbiamo delle ottime colazioni svedesi quando vogliamo!

    • Reply Simona - Viaggi in Pillole 24 Gennaio 2019 at 18:35

      Grazie! Si ti riportano subito in Svezia.
      Non le preparo da un po’, ed in effetti l’idea di congelarle te la ruberò.
      Non mi dispiacerebbe averne una piccola scorta d’emergenza.

Se vuoi condividere la tua esperienza o farmi sapere cosa ne pensi, lasciami un commento :)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: