Malta…un desiderio che si avvera

In questi giorni mi trovo a ragionare e buttare giù l’itinerario per la mia settimana alla scoperta di questo stato così vicino e ricco di opportunità, eppure sottovalutato al momento della scelta della destinazione del ‘prossimo viaggio’.

Sono anni che Malta è nella mia travel bucket list, ma fino ad ora non avevo mai concretizzato. Eppure è una meta che mi ha sempre affascinata per la sua storia e la sua cultura.

La primavera, con le temperature più miti che invogliano a passeggiare e  l’esplosione di profumi e colori, mi sembrava la stagione più adatta a me. Già mi immagino a fotografare porticine incorniciate da fiori.

Le giornate si allungano e… col sole i colori si accendono. Quando penso a Malta immagino le mura fortificate di Valletta che emergono da un mare dalle infinite sfumature di blu e il giallo ocra che vira al dorato a dominare tutto. Come potete capire le mie aspettative sono alte e, al solo fantasticare, mi sento pervadere da una sensazione di benessere.

Ora che ho acquistato il volo aereo e prenotato la mia base a St’Julian’s posso dire…Malta arrivo!!!!

Sto già pregustando il relax!

Per il bagno al mare sarà presto, ma considererò questo un viaggio in avanscoperta . Ho tutta l’intenzione di andare a caccia dei tratti di costa più belli per tornare a viverli quando le temperature lo permetteranno.

Appena prenotato il volo ho cominciato a documentarmi, mi piace partire preparata, mi sembra indispensabile per poter apprezzare le sfumature del luogo che andrò a visitare. Le mie conoscenze erano per lo più scolastiche o estrapolate da pellicole cinematografiche e romanzi storici.

Il sito dell’ente del turismo maltese visitmalta.com mi è sembrato un ottimo punto di partenza, si possono trovare tantissime informazioni utili ed interessanti nonché spunti per itinerari.

La mia curiosità mi spinge subito a cliccare sulla sezione storia e scopro così che a Malta se ne possono ripercorrere millenni.

E’ stata infatti abitata fin dalla preistoria e, dal 750 a.C,. in successione, vi si sono stanziati: Fenici, Cartaginesi, Romani, seguiti da un lungo dominio arabo. Questi ultimi furono scalzati dai Normanni che donarono poi le isole ai Cavalieri dell’Ordine di S. Giovanni, rimasti a governare le isole per 250 anni. Dopo una breve e turbolenta occupazione francese guidata da Napoleone iniziò la dominazione degli Inglesi, arrivati in aiuto dei Cavalieri dell’Ordine di S. Giovanni. Solo nel 1964 Malta diventò indipendente per trasformarsi gradualmente nella Malta moderna che conosciamo oggi.

La meraviglia si spande in me perché una storia del genere non può che aver lasciato una miriade di impronte.

Sarà stimolante andare a caccia di elementi architettonici che richiamano la cultura araba, normanna ( assimilabile allo stile che si può trovare in Sicilia) e inglese.

Per avere uno scheletro di itinerario non mi resta che affidarmi al sito in modo da inserire in programma tutti i luoghi migliori delle isole lasciando però spazio per le fermate guidate dall’istinto.

Sull’itinerario vi aggiornerò in corso di viaggio o al ritorno.

Per gli spostamenti a Malta opterò per i caratteristici e numerosissimi bus del trasporto pubblico aiutandomi con l’ app Tallinjia  e col sito Malta public transport.com per organizzare gli spostamenti ( wi-fi permettendo). E’ disponibile una Explore Tallinja travel card che permette viaggi illimitati giorno e notte per 7 giorni al costo di 21€, sembra fatta apposta per me; la acquisterò appena arrivata all’aeroporto.

Non ho voluto affittare la macchina perché, anche se per alcune escursioni velocizzerebbe notevolmente gli spostamenti, temo un po’ la guida a destra. Malta è un’isola densamente abitata e ciò solitamente comporta traffico intenso.

Ma come mi sposterò da Malta a Gozo e Comino?

Cercando in rete ho trovato il sito della compagnia Gozo Channel che effettua i trasferimenti dal molo Cirkewwa al porto di Mgarr su Gozo per circa 5€ andata e ritorno e quello della compagnia Comino Ferries che parte sempre da Cirkewwa per Comino con ritorno dalla Laguna Blu per 10€ andata e ritorno.

Avendo solo un giorno da dedicare alla visita di Gozo utilizzerò il City Sightseeing bus; offre la comodità dell’ hop-on hop-off a 15 fermate che, dall’esperienza di utilizzo a Londra e Buenos Aires, sono sempre situate a pochi passi dalle attrazioni più importanti oltre al commento in 16 lingue: non male per 18€. Spero che questo mi permetta di visitare tutto ciò che ho in lista come ‘imperdibile’.

Il giorno del rientro, avendo il volo al mattino presto mi affiderò ad un servizio di transfer che mi verrà a prendere direttamente in albergo per farmi arrivare puntuale, così promette e così spero, alle 6 all’aeroporto al costo di 8 €. Il sito è maltatransfer.com ed è il servizio shuttle ufficiale dell’aeroporto.

Non mancherò di provare i cibi della tradizione maltese per poi raccontarveli.

Ora non mi resta che preparare il  mio fedele trolley e l’attrezzatura fotografica.

Il mio cuore è in trepidazione e non vedo l’ora di partire. E’ così per ogni viaggio, riempo una valigia e sgombro un cassetto della mente per fare spazio a nuovi preziosi ricordi.

Follow my blog with Bloglovin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *