Buoni propositi per il 2019: ho stilato la mia lista !

E’ abitudine diffusa alla fine di un anno tirare le somme dell’anno trascorso per stilare una lista di buoni propositi per quello nuovo.

Una sorta di presa di coscienza ed esorcizzazione degli errori commessi che ci aiuti a gettare delle buone basi per costruire l’anno che verrà.

Ebbene, per me non ha mai funzionato questo meccanismo, non sono mai stata una fan delle liste di buoni propositi. Mai prima di quest’anno, in cui invece ne sento il bisogno.

Spero e credo che sia una specie di svolta, di rivoluzione interiore

Questi dunque sono i traguardi a cui miro per questo 2019 appena cominciato.

Il sole ed il mare a Riomaggiore, 5 terre

PER LA MIA VITA

  • SORRIDERE IL PIU’ POSSIBILE, ogni giorno;
  • PRATICARE LA GENTILEZZA, sempre, come stile di vita.

Piccoli atti di cortesia che alla sera mi facciano guardare al giorno trascorso con soddisfazione; 

  • Cambiare il mio approccio ai problemi.

Avete mai sentito il detto zen:

Se il problema ha una soluzione, preoccuparsene è inutile, alla fine il problema sarà risolto.
Se il problema non ha soluzione, non c’è motivo di preoccuparsi, perché non può essere risolto.

Folgorante nella sua semplicità ed ovvietà, se ci pensate. Quest’anno voglio ripetermelo ogni volta in cui mi si presenterà un problema; voglio imparare ad AFFRONTARE LE DIFFICOLTA’ che mi si presenteranno CON LEGGEREZZA e non col mio solito slancio catastofista.

  • LEGGERE meno, ma più DI QUALITA’. Può suonare strano, ma la verità è che io leggo moltissimo, divoro anche 2-3 libri in una settimana (OK, non sempre! Per fare media ci sono settimane in cui non poso gli occhi su una pagina nemmeno per sbaglio ), ma per lo più sono una divoratrice di narrativa, rosa o gialla, nulla di troppo impegnativo.

Per quest’anno vorrei accostare alle mie solite letture leggere qualche saggio e autobiografia oltre alla, sempre difficile da trovare, letteratura di viaggio. Non voglio strafare, un libro che mi possa arricchire al mese può bastare.

Vi sarei grata di ogni suggerimento.

  • Scegliere due causa tra quelle in cui credo e sostenerle, sia economicamente che attraverso la diffusione di informazioni sul loro operato.

Trovare cause valide per cui FARE BENEFICIENZA non è difficile, le alternative di certo non mancano, basta guardarsi in giro con occhio sensibile, ma trovare quella che ci fa smuovere qualcosa dentro, che ci regala uno slancio altruistico è tutt’altra cosa. 

  • CURARE di più LA MIA PELLE cercando di nutrirla ed idratarla ogni giorno ed in modo intensivo una volta a settimana con una buona maschera.

Trovare una skincare routine che renda la pelle più luminosa anche in inverno come se avessi appena passato un weekend alle terme o in un centro benessere penso sia il sogno di ogni donna e ogni uomo che ami prendersi cura di sé.

  • Iniziare il CORSO DA SOMMELIER,  da troppo rimandato.

Il vino è una ricchezza immensa della mia terra, il Piemonte, ma anche dell’ Italia intera e da sempre non disdegno un buon bicchiere di vino in compagnia. Mi piacerebbe però bere più consapevolmente, imparare a riconoscere le caratteristiche organolettiche di un vino, abbinarlo in modo corretto e ampliare la mia capacità di scelta per non ricadere sempre sui grandi classici, ma esplorare e degustare anche vini di nicchia.

Corso sommelier AISI, tra i propositi per il 2019

PER IL MIO TRAVEL BLOG

L’idea di base è: quest’anno si fa sul serio!

Per questo mi sono posta degli obbiettivi che cercherò di perseguire con impegno e costanza:

  • Organizzare e seguire il più possibile un CALENDARIO DIGITALE.

Per farlo mi sto avvalendo e mi avvarrò dell’aiuto di Valeria Mascheroni, digital strategist che ha reso disponibile gratuitamente sul suo sito il CALENDARIO SOCIAL MEDIA STRATEGY 2019.

  • DEDICARMI ALLA FORMAZIONE perché, se ho capito qualcosa, è che un blog non è solo fatto di idee buone ed originali: per portarlo avanti e, forse un giorno, vederlo crescere, è necessario un bagaglio di conoscenze tecniche di cui mi rendo conto di essere carente.

Per cominciare sto leggendo il libro ‘Professione Travel Blogger’ di Andrea Petroni, fondatore del travel blog VoloGratis.org .

Tra le sue pagine sto trovando ottimi spunti con i suggerimenti per approfondire gli argomenti più ostici ed informazioni scritte in modo semplice e accessibile anche ad una neofita come me. In alcune parti è un po’ scoraggiante perché dà un idea piuttosto chiara della mole di lavoro e dalla distanza da colmare anche solo per avvicinarsi a qualche risultato, ma hei! devo essere positiva e consapevole.

 

Altri libri in coda:

-SEO GOOGLE, Francesco De Nobili;

-PINTEREST PER IL BUSINESS, Domenico Armatore, Paola Sangiovanni, Azzurra Tacente.

  • Partecipare alle FIERE TURISMO e agli eventi dedicati al blogging in Italia per confrontarmi e cercare di imparare da altri che hanno intrapreso il mio stesso percorso.

Ho messo in calendario Bit MIlano a febbraio e TTG Rimini ad ottobre.

  • SCRIVERE, SCRIVERE, SCRIVERE !!

Devo smettere di far crescere in modo esponenziale il numero di articoli in bozza senza mai fargli vedere la luce per paura che non siano abbastanza: abbastanza interessanti, abbastanza accattivanti, scritti abbastanza bene. 

Rileggendo il post e scorrendo la mia lista mi rendo conto di essere ambiziosa, ma lo scopo di fare dei buoni propositi è proprio questo.

Va al di là dell’degli elenchi fatti di ‘smettere di’ e ‘cominciare a’, si tratta di mettersi in gioco, di rinnovare lo spirito per cercare di vivere l’anno che vorremmo con la consapevolezza che qualche buon proposito sarà disatteso e qualcun altro dimenticato.

Incrocio le dita e spero, quando tornerò a leggere il post alla fine del 2019, di aver raggiunto più obbiettivi possibili!!!

Follow my blog with Bloglovin

Se vuoi condividere la tua esperienza o farmi sapere cosa ne pensi, lasciami un commento :)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: